Pin It
pianeta donna baby talk

Periodo critico: ovvero il ruolo dell’età nell’apprendimento delle lingue

Quale ruolo ha l’età nell’apprendimento delle lingue?

La maggioranza degli studiosi riconosce all’età un ruolo critico sia per l’acquisizione della lingua madre che per le seconde lingue.

Si parla per questo aspetto di Ipotesi del periodo critico.

Gli studi hanno dimostrato che l’acquisizione della lingua madre deve avvenire nei primi anni di vita del bambini, altrimenti si mette a rischio il risultato finale. Gli effetti di un’esposizione tardiva al linguaggio possono essere devastanti, come dimostrano i casi famosi dei bambini ‘lupo’ e l’esposizione tardiva dei bambini sordi alla lingua dei segni.

In questi casi, i risultati raggiunti non raggiungeranno mai quelli dei bambini esposti precomente ad una lingua (orale o dei segni).

Esiste un periodo critico anche per l’apprendimento delle lingue seconde: in questo caso, tuttavia, non si tratta di una finestra temporale ristretta quanto piuttosto di una tendenza delle capacità di apprendimento a decrescere con gli anni, fin dai primissimi anni di vita, per poi proseguire con un processo lineare, senza salti bruschi.

 

Se ti fa piacere, resta in contatto con il blog unendoti al gruppo su Facebook o iscrivendoti per e-mail con i pulsanti che dovrebbero essere qui a destra.

Fonti per questo post:
Birdsong, D. (1999). “Whys and why nots of the critical period hypothesis for second language acquisition”. In D. Birdsong (ed.) Second Language Acquisition and the Critical Period Hypothesis.1-22. Mahwah: Lawrence Erlbaum Associates.
 
Pallier C. (scaricato dalla rete 6-IX-2010). Critical periods in language acquisition and language attrition. Unite de Neuroimagerie. Cognitive, INSERM U562, SHFJ & IFR 49, Orsay, France.
Contrario all’idea di un periodo critico:
Clark, E., (2003). Critical periods, time, and practice. University of Pennsylvania Working Papers in Linguistics 9, 39–48.

 

Per stare in contatto e continuare insieme questo viaggio di racconto e ricerca,puoi unirti su facebook o ricevere gli aggiornamenti per e-mail iscrivendoti sul blog.

2 Commenti a “Periodo critico: ovvero il ruolo dell’età nell’apprendimento delle lingue

  1. Come tutti noi sappiamo il periodo prepuberale è considerato il periodo critico per l’apprendimento delle lingue straniere,trascorso questo periodo tutto diventa più difficile.
    Per spiegare il motivo di ciò,bisogna prima parlare del funzionamento del cervello,visto che l’argomento è inerente a ciò.
    Esso è suddiviso in due emisferi destro e sinistro, che a loro volta sono suddivisi in vari lobi,nell’emisfero sinistro troviamo l’area di Broca,cioè la sede del linguaggio.
    Inoltre il cervello è costituito dai neuroni,cioè cellule nervose,che hanno il compito di scambiarsi informazioni tra di loro mediante connessioni,dette sinapsi. Queste cellule sono avvolte dalla mielina, una sostanza proteica,che ha il compito di rendere più veloce la sinaptogenesi. Adesso che ho spiegato il funzionamento del cervello posso spiegare il perchè del periodo magico .Durante il periodo prepuberale il cervello è più giovane e plastico,passto questo periodo incomincia ad invecchiare,a causa del processo di mielinizzazione.Infatti quando la mielina incomincia a svilupparsi,i neuroni si invecchiano,e ciò rende più difficile la connessione con altri neuroni,e dato che l’apprendimento a livello cerebrale ,consiste in una connessione tra neuroni,tutto ciò rende più difficile la sinaptogenesi. Le varie zone del cervello non mielinizzano tutte nello stesso arco di tempo.
    Nell’area di Broca, come ormai è facile capire,questo processo avviene durante il periodo puberale. Le lingue straniere ,se vengono acquisite durante il periodo prepuberale vengono localizzate,come la lingua madre nell’area di Broca, in caso contrario non più in quella zona, ormai mielinizzata, ma in zone più periferiche.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>