Pin It
pianeta donna baby talk

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

20 novembre 2014

La ricerca come metodo: per imparare e per insegnare.

“Tutti i bambini sono intelligenti, diversi l’uno dall’altro e imprevedibili.
Se sappiamo come ascoltarli, i bambini ci mostrano il piacere dello stupore, della meraviglia, del dubbio… il piacere del ‘perché’.  I bambini possono trasmetterci la forza per dubitare e il coraggio dell’errore, dell’ignoto. Possono trasmetterci la gioia del cercare e ricercare.. il valore della ricerca, come apertura verso gli altri e verso tutto ciò che di nuovo nasce nell’incontro con gli altri” Carlina Rinaldi.

Leggi tutto
05 novembre 2014

I bambini sono spugne?

why+love+matters+ima

I bambini sono spugne. L’uso di questa metafora non manca quasi mai quando si parla di bambini e di bambini in relazione al linguaggio e alle lingue: ma quanto c’è di vero?
Se con questa metafora si fa riferimento alla capacità dei bambini di imparare la prima lingua, è vero che questa potenzialità va resa subito produttiva, perché l’apprendimento della lingua madre inizia dai primi mesi di vita -anzi dalla gestazione – e si perdono opportunità irrecuperabili ritardando questo processo.

Leggi tutto
22 ottobre 2014

Papà passo a passo. Philip Waechter

papa-passo-passo-philip-waechter/

L’autore e illustratore Philip Waechter, figlio del famoso disegnatore e caricaturista Friedrich Karl (F.K.) Waechter, è attualmente considerato uno degli autori e illustratori più famosi dei libri per bambini. L’abbiamo conosciuto grazie alla mostra che Palazzo Blu, a Pisa, gli ha dedicato un anno fa e non l’abbiamo più lasciato.

Leggi tutto
14 ottobre 2014

Disegnare un albero. E altre metafore.

disegnare un albero corraini

Bruno Munari
Passeggiamo nell’erba, ancora a piedi nudi.
Osserviamo cortecce: a scaglie, lisce, profumate di resina, disegnate dalle lumache.
Prendiamo spunto da un nuovo libro, per imparare ad osservare.
Raccogliamo frutti.
 
Frutti
E metafore.
“Finalmente l’inverno è finito e dalla terra, dove era caduto un seme, sbuca un filo verticale verde. Il sole comincia a farsi sentire e il segno verde cresce. E’ un albero, ma nessuno lo riconosce adesso, così piccolo.

Leggi tutto